fbpx

Le voci di scuderia su Orlandi, Cacciari e Giovanardi (cosa hanno dichiarato i protagonisti)

Le voci di scuderia su Orlandi, Cacciari e Giovanardi (cosa hanno dichiarato i protagonisti)

Le voci di scuderia su Orlandi, Cacciari e Giovanardi (cosa hanno dichiarato i protagonisti) :

 

Orlandi

ALESSANDRO e ENRICO GOCCIADORO (Arazi Boko e Super Star Reaf) – Tra i due devo guidare Arazi perchè è una parte di mia moglie e t’immagini se non lo guidassi, guai … E’ rimasto bene dopo la straordinaria consolazione del Lotteria e spero possa andare davanti e vincere. Super Star Reaf aveva avuto dei problemi, sta recuperando, ha lavorato bene, parte forte e l’ideale sarebbe andare in scia ad Arazi. Come avversari vedo principalmente Vicino Mec, Santiago De Leon e Ugolinast.

HOLGER EHLERT (Santiago De Leon) – Santiago De Leon è al top della forma, ha corso benissimo a Milano, il problema è che parte piano e potrebbe restare indietro al via in una corsa numerosa sul miglio, la distanza non è il massimo per lui, può piazzarsi e se davanti sbagliassero i parziali speriamo di fare la sorpresa.

MARIO MINOPOLI (Victor Chuck Sm) – E’ una corsa con un favorito netto in Arazi Boko. Con Victor Chuck Sm ho voluto provare in un gran premio perchè sa seguire tutte le andature, spero in un piazzamento.

 

Cacciari

WALTER ZANETTI (Audrey Effe e Artemide Zack) – Nel Nazionale Filly è stato bravo Andrea a uscire un po’ a sportellate, Audrey ha fatto una cosa che ha un po’ stupito tutti, a Milano quando devi venir via ai 700 finali in terza ruota è un po’ dura arrivare bene fino in fondo e invece lei ha fatto una cosa nuova, ha fatto un grande salto in avanti da quando le ho tolto i ferri davanti, Andrea mi ha detto che in arrivo ne aveva ancora ma cercava di tirar giù la testa per allungarsi e quindi vedremo se togliere il freno o allungarlo di due buchi. E’ prematuro dire se è la migliore perchè ogni giorno ne viene fuori una. Ha una qualità immensa e non l’abbiamo spremuta, non la voleva nessuno da puledrina e alla fine guarda cosa è diventata, è anche il bello dell’ippica sennò chi spende di più vincerebbe tutto e invece non è così. Dopo tanti anni che Francesco Fraccari si era un po’ defilato Audrey è la prima che ha rimesso in pista dato che nessuno l’ha voluta comprare e lo ringrazio della fiducia nell’avermela affidata. Ci ha visto lungo Andrea che non è uno che si sbilancia ma dopo la qualifica mi ha detto “Questa qua è una che vincerà i gran premi”. Artemide Zack nel Nazionale Filly ha avuto un problema respiratorio, dopo 2 piazzamenti classici a 2 anni non ha fatto il salto di qualità che mi aspettavo, non ha altro programma e devo correre in questi gran premi, è un po’ dura ma ha preso il numero e ci proviamo. Domenica secondo me l’avversaria per Audrey sarà Ambra Grif, noi cercheremo di sfruttare la lestezza iniziale, la concorrenza è tanta e qualitativa ma se mi chiedessero chi vorrei avere terrei la mia.

ANDREA FAROLFI (Audrey Effe) – A Milano l’avete vista tutti, Walter Zanetti ha fatto un buonissimo lavoro portandola gradatamente a questi livelli; parte molto forte e l’idea è quella di andare davanti e giocarcela; le avversarie sono tante, quella che mi fa più paura è All Wise As rientrata bene nell’Italia contro i maschi.

MARIO MINOPOLI (Allegra Wf) – L’ultima volta ferrata non si è ritrovata sulla pista insabbiata, vedremo domenica se sferrarla o meno, senza ferri va più forte ma valuteremo in base allo stato della pista; è alla prima in un gran premio e speriamo in un buon piazzamento, favorita vedo Audrey Effe.

VINCENZO PISCUOGLIO DELL’ANNUNZIATA (A Sexygirl Par) – Ha già dimostrato di sapersela cavare bene anche in prima categoria. Come favorita vedo Audrey Effe una spanna sopra a tutte, avversarie diverse cavalle più o meno sullo stesso livello e ci siamo anche noi.

 

Giovanardi

ANDREA FAROLFI (Ayrton Treb) – Nel Nazionale non è stata la distanza ad avere influito più di tanto nella prestazione negativa, ma il fatto che dopo la partenza richiamata ha dislocato compromettendo subito la sua corsa. In precedenza aveva vinto sul doppio km a Firenze e il Giovanardi arriva giusto per verificare la sua attitudine alla media distanza. Lui è un partitore e proverò ad andare davanti, la corsa è aperta, non vedo un vero e proprio favorito.

ALESSANDRO e ENRICO GOCCIADORO (Al Capone Stecca e Amber Prad) – Non c’è Axl Rose perchè correrà la Breeders Course a Stoccolma insieme ad Acciaio. Al Capone Stecca è cresciuto tanto, ha corso bene sia nell’Italia sia nel Nazionale, può essere il secondo della generazione molto vicino a Axl Rose, ha più esperienza e un miglior numero rispetto ad Amber, è giusto che lo guidi ancora Giampaolo Minnucci per dargli una certa continuità nell’affiatamento alle sue mani. Amber Prad è un po’ bisbetica ma non ha mai perso, migliora sempre, arriva a Modena nella miglior condizione possibile, può essere già protagonista e chissà che non riesca a fare lo sgambetto ai maschi.

SANTO MOLLO (Adler Cup) – Nel Nazionale è andato tutto storto, si è agitato molto per la seconda fila e per la partenza richiamata, tirava molto e l’anticipo di Aladin ci ha condizionato. Meglio un numero alto in prima fila che la seconda, il doppio km ci aiuta molto, lo reputo un cavallo importante e spero che il gran premio di Modena mi confermi questa impressione, ha lavorato bene e ho fiducia.

MARCO SMORGON (Adelante) – Ha tanti mezzi ma non è ancora perfettamente affidabile, ho lavorato sull’aspetto mentale tranquillizzandolo a stare in seconda fila; nel Nazionale era più nervoso del solito in seconda fila e il tamponamento a Ananas e la partenza richiamata lo hanno fatto andare fuori di testa, è diventato ingestibile. Per domenica mi auguro che faccia il suo percorso e che sia guidabile, in quel caso ha i mezzi per prendere un buon piazzamento.

FILIPPO ROCCA (Anita Roc e Alcide Roc) – Anita aveva avuto un problema in bocca, non grave ma per 3 – 4 giorni ha mangiato poco, è rientrata a Milano non pronta e in seguito ha lavorato discretamente, è al 70% della condizione. Per Alcide è discreta la posizione in corda sul doppio km anche se la scia di Anita non è il massimo perchè lei non è una vera e propria scattista; lui ha una condizione molto più rodata rispetto alla femmina, resta su 3 bei successi fatti senza premere a fondo, ora alziamo il tiro ma c’è la massima fiducia perchè è in grande condizione. Comunque spero anche in un bel risultato di Anita.

RENE’ LEGATI (Albatros Joy) – Non ha grandi chance ma ho voluto riprovarci perchè nel Nazionale ha corso con una ruota bucata e non è arrivato lontano, sta benissimo anche se la categoria è tosta. Favorita vedo Amber Prad sulla scuderia Ayrton Treb – Aladin Effe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: