TQQ del 17/03/2020 , Delvino potrebbe avere una marcia in più dei suoi avversari !

TQQ del 17/03/2020 , Delvino potrebbe avere una marcia in più dei suoi avversari !

La corsa

TQQ   del giorno abbinata al  Premio Johnston Houston ( Pista Piana ) – Euro 10000 – TQN 742 – Metri 3330 – Pista Erba. Si chiude il convegno con l’abbinamento dell’ultimo momento alla nostra TQQ di una modesta Flat Race , dove tra debutti e cavalli con pochissima esperienza è quasi impossibile stilare un pronostico degno di tale nome..

La nostra favorita

Dalla nostra analisi della corsa sono emerse le possibilità di  Delvino (2), questa erede di Dylan Thomas, ha debuttato in maniera molto promettente a Navan a febbraio. Impegnata a fondo solo nel finale, ha concluso al posto d’onore alle spalle di Julies Stowaway , che ha poi corso da protagonista la “Champion Bumper” ( Grade I ), del festival di Cheltenham. Sul più che probabile progresso e avendo già corso sul terreno pesante, che ritroverà sicuramente viste le piogge delle ultime ore , e considerando la buona monta di Mr M J O’Hare, può tranquillamente imporsi ad una compagnia che non sembra brillare per qualità.

I protagonisti

Possono incidere in maniera significativa sul risultato soggetti quali Beth Horan (1), femmina del “Boss”  Gordon Elliott, con pedigree importante che scala dalle condizionate agli Handicap , dove certamente se non soffrirà il terreno eccessivamente pesante, potrà recitare un ruolo di assoluta protagonista anche solo ripetendo i numeri dell’ultima uscita di Punchestown. L’affiatamento con Mr P J Vaughan è ottimo visto il risultato dell’ultima corsa difficilmente non salirà sul podio di questa corsa. Occhio a Imperial Allure (5), seconda pedina del sempre temibile Gordon Elliott, dopo un debutto incolore proprio su questa pista ma con terreno buono è rientrata molto bene in una condizionata ben frequentata a Thurles acquisendo delle linee non male. L’essere entrata in tutti gli strappi e l’azione molto più fluida messa in mostra sul terreno morbido, ci fa pensare che un terreno estremo potrebbe essere particolarmente gradito. Quindi considerando il team di provenienza può tranquillamente inserirsi nella lotta per le posizioni che contano Attenzione a Sit Down Lucy (10), femmina al debutto di Peter Fahey dal pedigree importante, potrebbe recitare ruolo importante se le voci di buoni lavori unitamente al gradimento del terreno pesante troveranno conferma sulla pista. Resta comunque una scommessa ad alto rischio, da tentare solo in caso di quota ghiotta e il suo inserimento è consigliato nei sistemi molto ampi.

LEGGI ORA  Le voci di scuderia su Orlandi, Cacciari e Giovanardi (cosa hanno dichiarato i protagonisti)

Le sorprese

Capitolo sorprese aperto da La Mystere (6), debutto che ha detto poco sulle possibilità di questa erede di Jeremy. Certo la condizionata affrontata era di quelle buone, con Ferny Hollow vincitore del “Champion Bumper” a Cheltenham e con la presenza dello squadrone di Gordon Elliott, e magari grazie all’esperienza acquisita e contando sul fatto che si correrà con frazioni diverse e su un terreno estremo, potrebbe fornire un rendimento decisamente migliore e pari al suo pedigree e centrare un posto nel marcatore. Chiudiamo la canonica sestina con Hollow Moon (4), soggetto che probabilmente verrà snobbata al betting, ma che ripetendo le linee del debutto a Downpatrick, sarebbe tranquillamente in lotta per un posto nel marcatore. L’ultima uscita potrebbe essere solo un passo falso o la sua non attitudine ai terreni estremi, riveste comunque bene il ruolo di possibile sorpresa.

Riepilogo numeri per gli amici e appassionati: 2-1-5-10-6-4

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: