Le voci di scuderia sul Gran Premio Italia, cosa hanno dichiarato i protagonisti

Le voci di scuderia sul Gran Premio Italia, cosa hanno dichiarato i protagonisti

Le voci di scuderia sul Gran Premio Italia, cosa hanno dichiarato i protagonisti

GENNARO CASILLO (Ayrton Treb) – E’ in ottima forma e ha gran feeling con Andrea Farolfi, dovrà cercare di partire forte e contenere A Sexygirl Par, se riusciamo ad agire in avanti come a Firenze abbiamo chance di prima. La corsa è molto aperta ma ci crediamo.

ALESSANDRO GOCCIADORO (Al Capone Stecca e Ares Caf) – Al Capone a Firenze non si è trovato sulla pista e probabilmente ho sbagliato io a fare partenza che non era necessaria, dopo l’errore mi è piaciuto, ha lavorato molto bene, è un ottimo cavallo, è più pronto rispetto all’Etruria, può correre da protagonista perchè ha nelle gambe un percorso intorno all’1.56 – 1.57 e credo sia tra i favoriti della corsa. Ares è al top della forma, alle ultime ha vinto scherzando, il numero in pista piccola lo penalizza ma non è tagliato fuori. Favorito tecnico è Ayrton Treb ma la corsa è qualitativa, aperta e bella, a me a Firenze ha impressionato Aida Francis che può essere la sorpresa.

VINCENZO CASTIGLIA (A Sexygirl Par) – A Firenze era al rientro dopo un solo lavoro al sulky e mi è piaciuta tantissimo, nel finale le è mancata una corsa nelle gambe; ora è più pronta, volendo sa partire fortissimo e Vp mi dirà le sue intenzioni sulla fase di avvio in base alle quali sceglierò la briglia da mettere. La corsa è molto aperta, io ho rispetto di tutti ma paura di nessuno.

CLAUS HOLLMANN (Amancio) – Dopo dicembre l’abbiamo messo a riposo, poi ha avuto l’influenza e abbiamo ripreso il lavoro da due mesi ed è in piena salute, molto cresciuto, si è costruito bene, più bravo, più bello e più tonico. E’ grande, robusto, si guida facile perchè ha una bella meccanica, a differenza della madre Mania che era ardente e tirava come un bufalo lui è tranquillo e duttile; nel Mipaaft a Napoli mi era piaciuto. Ha lavorato bene a Follonica in 2 minuti da solo, con i ferri e a spalle indietro mostrando grande potenza e condizione. Ora è cresciuto e più lungo e potremo sferrarlo agli anteriori e ciò dovrebbe aiutarlo nel passaggio (anche se non ha problemi), mentre l’anno scorso aveva i ferri d’alluminio. E’ un rientro in vista del Nazionale del 25, credo che Enrico Bellei farà partenza per trovare posizione. Dobbiamo essere prontissimi per il 25, domenica spero che corra bene, se vince è meglio, se si piazza va bene lo stesso.

ROBERTO VECCHIONE (Aida Francis) – E’ una buona cavalla con cui puntiamo ai Filly, ha corso molto bene nell’Etruria facendo ancora un passo avanti rispetto alla già buona corsa precedente in percorso esterno ma anche stavolta è penalizzata dal numero e davanti ci sono cavalli buoni; sta bene, è una passista, cercherò di correre in pariglia esterna per sprintare nel finale. La corsa è qualitativa, favorito vedo Ayrton Treb che può andare davanti, con Aida spero in una piazza.

GAETANO DI NARDO (Antony Leone) – Dopo un periodo di appannamento l’ultima è buona e dovrebbe essere venuto ulteriormente avanti; è duttile e non ha problemi di schema, la corsa è aperta, noi abbiamo un buon numero, è la prima volta che corre in un gran premio ma correremo da protagonisti. Ho fiducia.

GIAMPAOLO MINNUCCI (Atomica Fas) – In corsa non sta impressionando ma ha lavorato bene a quanto mi ha detto il suo allenatore Tufano; è un po’ ardente, nevrile e bisbetica quindi meglio la seconda fila che può aiutarla a stare più tranquilla, sa seguire tutte le andature e la potenza non le manca. La corsa è aperta, io spero di inserirmi nel marcatore.

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: