fbpx

Carlo Zuccoli da Londra , 12 settembre :: 2019 WILIAM HILL ST LEGER FESTIVAL 2

Carlo Zuccoli da Londra , 12 settembre  :: 2019 WILIAM HILL  ST LEGER FESTIVAL  2

2019 WILLIAM HILL ST. LEGER FESTIVAL 2
Londra, 12 Settembre 2019

Mi rendo conto che il mondo ippico e quello delle scommesse, in Italia, è arretrato di almeno due secoli, abbondanti, non tanto per l’allevamento del purosangue, notevolmente sotto la media Europea (quello del cavallo trottatore è ottimo), quanto per sistema ed organizzazione.
Pensate che i regolamenti prima dell’UNIRE e ora del Mipaaft vietano la sponsorizzazione delle corse con denari al traguardo.
Sono d’accordo che con la copertura televisiva e della carta stampata degli avvenimenti ippici, nazionali ed internazionali, che c’è in Italia, non è pensabile che qualcuno possa tirar fuori un Euro, ma così è e nessuno si sogna di andare al Mipaaft, d’instaurare un dialogo (i funzionari non sono cannibali, ve lo assicuro e nemmeno sbranano per pura libidine gli interlocutori) al fine di risolvere la questione.
Il mondo dell’ippica, in UK, Irlanda, Australia vive di sponsors e i maggiori sono il Qatar, anche con la QIPCO della famiglia Al Thani, il Dubai, sotto varie sigle, Longines e i bookmakers, etc.
Senza gli sponsors l’ippica sparirebbe in un battibaleno.
E ricordatevi che in UK tutte le corse, dico tutte, ripeto tutte, salvo quelle del Royal Meeting, sono sponsorizzate anche dal pizzicagnolo di Catterick Bridge, che invita, per l’occasione, i suoi clienti, i fornitori, gli amici, i parenti e i serpenti.
Ogni giorno arriva nuova linfa negli ippodromi, tutti, ripeto tutti e ripeto ancora tutti, attrezzati per il corporate entertainment e ci sono ben tre televisioni che, a pagamento, raccogliendo pubblicità, soprattutto dai bookmakers (nessun bookmaker si rifiuta di fare pubblicità se la fa anche un altro e nessun bookmaker mette veti di ogni tipo) trasmettono gli eventi tutti i santi giorni.
In Italia quelle facilities negli ippodromi sono del tutte sconosciute perché nessuno gira il mondo per vedere e copiare un modello.
Detto ciò, vale la pena notare che, da qualche anno William Hill sponsorizza il Festival del St. Leger e la Società è subentrata a Ladbrokes.
Nessuno protesta, nessuno si sogna di vietare la pubblicità ai bookmakers, come nessuno in Italia si sogna di bloccare la pubblicità e le informazioni per i mercati finanziari.
Fino a quando tutti, dico tutti e ripeto tutti, in Italia, continueranno a parlare di gioco e non di mercati, il ragno dal buco non sarà mai cavato.
Anche i funzionari del Mef non mordono e non sono cannibali: bisogna andare a parlare loro, conoscendo la materia, altrimenti si ottiene l’applicazione della Tattersalls Regola 4, per il Palinsesto Complementare (che arriverà a babbo morto) in maniera “rapinosa”, regola suggerita da qualche “sapientone” esterno al Ministero, ne sono sicuro.
Così come per le corse a Handicap, e non solo, con 77 partenti, i bookmakers nostrani, per imposizione regolamentare, continuano a pagare tre piazzati, massacrando sempre la punta che è volonterosa, soprattutto per le corse Inglesi e Irlandesi, of course.
Ora che, come si spera, il finanziamento pubblico dell’ippica terminerà, come la metteranno i vari operatori che continuano soltanto a chiedere “li sordi de noantri”?
Chi vivrà vedrà.

Nota per la giornata di ieri: The British EBF Premier Fillies’ Handicap, Classe 2, è stato vinto da Maybe Today (GB) (f. b. 2015 Cacique – Quiza Quiza Quiza (Golden Snake), allevata in UK dal Signor Riccardo Cantoni, Italiano, e venduta da foal, alle Aste Tattersalls, per Ghinee 20.000.
La cavalla aveva un Rating di 88 che migliorerà sicuramente.
La madre Quiza Quiza Quiza (GB) (f. b. 2006 Golden Snake) vinse il Longines Premio LydiaTesio quando era ancora Gruppo 1.
Well done!

Corre l’obbligo di notare che a Keeneland, Lexington, Kentucky, ieri, si sono concluse le licitazioni per gli yearlings iscritti al Libro 1: USD $ 524.855 la media di Mercoledì con i mediani a USD $ 375.000.
In totale per il Libro 1 la media è stata di 471.950 con i mediani a USD $ 355.000.
In totale venduti 340 yearlings con un fatturato di USD $ 160.463.000.
Top price l’Hip (in Europa Lot) 498, una femmina baio da American Pharoah e Lelsie’s Lady (Tricky Creek), allevata da Clarkland Farm e acquistata dalla Signora Mandy Pope di Whisper Hill Farm di Citra, Florida, per USD $ 8.200.000.
La puledra è mezza sorella di tre Campioni quali Beholder (Henny Hughes), Mendelssohn (Scat Daddy) e Into Mischief (Harlan’s Holiday): si tratta quindi di un pezzo unico al mondo e chi alleva a quei livelli non se l’è fatta scappare facendo dire basta a Sua Altezza lo Sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum.
La Signora Pope è alla testa di una colossale catena di negozi che vendono di tutto e possiede una fortuna difficilmente calcolabile.
L’allevatore della puledra è la Clarkland Farm di Lexington, Kentucky e aveva acquistato la madre di questa favolosa cavalla alle aste di Keeneland, nel Novembre del 2006 per USD $ 100.000!!!

Doncaster

Oggi si incomincia a fare sul serio e quindi entriamo nel rosso dell’uovo delle corse.

GOING GOOD TO FIRM (GoingStick 7.9) (Watered) (Rail movements: 2.40 & 4.55 +9yds) (Partly cloudy)
Stalls 1m6f – Inside; 1m 2f – Outside; Remainder – Centre

H. 2.40PM GMT, H. 3.40PM CET: DFS Park Hill Stakes, Gr-2,1m6f115y, per sole femmine di 3 anni e oltre, con una dotazione di £ 100.000.

Race conditions: £100,000 guaranteed For 3yo+ fillies & mares Weights 3yo 8st 9lb; 4yo+ 9st 5lb Penalties after March 31st, a winner of a Group 2 race 3lb; of a Group 1 race 5lb pay £600.
C’è una favorita netta che non mi fa impazzire: si tratta di Enbihaar (IRE) (f. b. 2015 Redoute’s Choice), che ha un Official Rating di 113, un Best Racing Post Rating di 118, un Timeform aggiustato per la corsa di 120+ e una quota tra pari e 11/8.
Il Rating maggiore il Timeform, 121p, lo assegna a Dame Maillot (GB) (f. b. 2016 Champs Elysees), che ha un OR di 110, un BRPR di 111 e una quota tra 13/8 e 2/1.
Sylla carta tertium non datur.
Mi sembra che Dame Maillot abbia maggiori margini di miglioramento su questa distanza

H. 3.15PM GMT, H. 4.15PM CET: Weatherbys Bank £ 300.000 2-Y-O Stakes, Clesse 2, 6f111y, per cavalli di 2 anni, con una dotazione complessiva di £ 300.000.

Race conditions: £300,000 guaranteed For 2yo whose sire established one or more yearling sales at the main flat bred and mixed public auction sales held in Europe or North America during 2018, as compiled by Weatherbys whose sire established one or more yearling sales in 2018 with a median price of not more than £600000. Additionally, those horses sold or bought in at public auction at ‘specified sales’ must have been sold for not more than £62000. The last sale to govern the price if sold more than once Weights colts & geldings 9st 2lb; fillies 8st 11lb Penalties a winner of a Listed race 3lb; of a Group 3 race 5lb; of a Group 2 or Group 1 race 8lb pay £500 Penalty value 1st £147,540.00 2nd £59,040.00 3rd £29,520.00 4th £14,730.00 5th £7,380.00 6th £7,380.00 7th £7,380.00 8th £7,380.00 9th £7,380.00 10th £7,380.00.
A mio avviso qui c’è il nap of the day e forse non solo.
Si tratta di Harpocrates (IRE) (m. b. 2017 Invincible Spirit), che ha un OR di 105, un BRPR di 108, un Timeform di 116 e una quota tra 9/2 e 11/2 (incredibile, ma dettata dal numero di partenti).
A proposito di partenti la maggior parte dei bookmakers in questo paese e in Irlanda pagherà 5 piazzati a un quinto della quota del vincente a masse pari: in Italia, massacrare la punta è il must assoluto.
A York, ad Harpocrates è stato chiesto lo sforzo massimo a ventisette furlongs dall’arrivo dal suo fantino, allora molto poco illuminato (ora Ryan Moore è molto migliorato: si è preso una bella strigliata dai lads?) ed è stato battuto di un collo.
Si spera che oggi la tattica sarà differente: ci sarà un’andatura micidiale e quindi non ci sarà bisogno di muovere tanto presto.
Dicono i bene informati che bisogna temere Glasvegas (IRE) (m. gr. 2017 Zebedee), che ha un OR di 99, un BRR di 98 e un Timeform di 118p (Rating massimo) e Unforgetable (IRE) (f. b. 2017 Muhaarar), che ha un OR di 97, un BRPR di 97 e un Timeform di 114p con una quota tra 13/2 e 7/1.
Ripeto, a corsa regolare, Harpocrates è molto difficile da battere.

H. 3.45PM GMT, H. 4.45PM CET: William Hill May Hill Stakes, Gr-2, 1m, per sole femmine di 2 anni, con una dotazione complessiva di £ 70.000.

Race conditions: £70,000 guaranteed For 2yo fillies Weights 9st Penalties a winner of a Group 1 or Group 2 race 3lb pay £350.
Favorita netta, tra 7/4 e 15/8, Cloak Of Spirits (IRE) (f. b. 2017 Invincible Spirit), che ha un BRPR di 94, un Timeform di 112p.
Ha vinto al debutto ad Ascot molto bene, sebbene ancora molto verde.
Tra 9/2 e 11/2 West End Girl (GB) (f. b. 2017 Golden Horn), che ha un OR di 101, un BROR di 103, un Timeform di 11p (Rating massimo).
La puledra è stata pagata Ghinee 95.000 alle Aste Yearlings di Ottobre a Tattersalls, Libro 2: io non vorrei un prodotto di Golden Horn (GB) (m. b. 2012 Cape Cross) nemmeno regalato: lo stallone funziona al Dalham Hall Stud, a Newmarket, Suffolk, Regno Unito, al tasso di £ 50.000.
Sarò magari smentito, ma questa è la mia opinione.
Tra 5/1 e 6/1 Boomer (GB) (f. b. 2017 Kingman), che ha un OR di 99, un BRPR di 101 e un Timeform di 113p: appartiene ad una ditta (Andrew Black, fondatore di Betfair, Michael Owen, ex calciatore e Tom Dascombe) con la quale non desidero avere nulla da spartire, ma vincerà di 10 lunghezze (non credo).
Mi sembra una corsa il cui pronostico è difficilissimo.
L’andatura sarà sollecita.

Carlo Zuccoli

P. S.

H. 2.10PM GMT, H. 3.10PM CET: British Stallions Stud EBF “Carrie Red Fillies” Nursery Handicap, Classe, 2, 6f111y, per cavalli di 2 anni, con una dotazione complessiva di £ 50.000.
Siamo alle dolenti note per il Signor Carlo Zuccoli, da Como: ci sono ben quattro Handicaps da esaminare: mamma mia1
Timeform massimo, 105, per Graceful Magic (GB) (f. gr. 2017 Gutafain), che ha un OR di 82, un BRPR di 86 e una quota tra 7/2 e 9/2.
Il padre Gutafain (IRE) (m. gr. 2007 Dark Angel), che fa la monta al tasso di € 10.000 a Yeomanstown Stud, a Naas, Co. Kildare, Irlanda, alla prima annata di produzione ha già dato un numero industriale di vincitori, ma la loro qualità è media e non di più, allo stato.
Tra 11/2 e 13/2 Stylistique (GB) (f. b. 2017 Dansili), che ha un OR di 94, un BRPR di 96, un Timeform di 99: la puledra non h ancora vinto.
Tra 11/2 e 7/1 Company Minx (IRE) (f. gr. 2017 Fast Company), che ha un OR di 80, un BRPR di 77 e un Timeform di 102p.
Buona fortuna.

H. 4.20PM GMT, H. 5.20PM CET: Silk Series Lady Riders’ Handicap (Pro – AM Lady Riders’ Race), Classe 3, 6f2y, per cavalli di 3 anni e oltre, con una dotazione complessiva di £20.000.
Altro massacro per la punta Italiana con tre soli piazzati: qui i bookmakers pagano 4 e anche 5 piazzati alla quota di un quinto del vincente, a masse pari, ovviamente.
Rating massimo del Timeform per Saluti (IRE) (c. b. 2014 Acclamation), che ha un OR di 78, un BRPR di 90 e una quota tra 17/2 e 9/1.
Monta di Giorgia Cox, che ha 3 Libbre di discarico che quest’anno ha vinto 8 corse con una percentuale di winners to runners del 16%.
Favoritino, tra 6/1 e 13/2, Drummond Warrior (IRE) (c. b. 2016 Zoffany), che ha un OR di 87, un BRR di 90 e un Timeform di 89p: monta di Hollie Doyle che ha già vinto 83 corse con una percentuale winners to runners del 15%.
Tra 13/2 e 15/2 Hart Stopper (GB) (c. b. 2014 Compton Place), con un OR di 83, un BROR di 94 e un Timeform di 90: monta di Megan Nicholls, che ha 3 Libbre di discarico, che ha già vinto 21 corse con un percentuale winners to runners del 13%.

H. 4.55PM GMT, H. 5.45PM CET: Magners Rose Handicap, Classe 2, 1m2f43y, per cavalli di 3 anni e oltre. Con una dotazione di £ 25.000.
Sulla carta corrono in due: tra 13/8 e 15/8 Davydenko (GB) (m. b. 2016 Intello), che ha un OR di 98, un BRPR di 102, un Timeform di 110p (Rating massimo) e, tra 2/1 e 9/4, Good Birthday (IRE) (m. b. 2016 Dabirsim), che ha un OR di 98, un BRPR di 103 e un Timeform di 105.

H. 5.30PM GNT, H. 6.30PM CET: Dfs Handicap, Classe 2, 7f6y, per cavalli di 3 anni, con una dotazione complessiva di £ 20.000.
Tra pari e 11/10 Mutamaasik (GB) (c. s. 2016 Dubawi), che ha un OR di 97, un BRPR di 102 e un Timeform di 112p (a mio parre è difficile batterlo).
Rating massimo del Timeform, 115, per Archaelogy (GB) (c. s. 2016 Charm Spirit), che ha un OR di 81, un BRPR di 87 e una quota tra 9/4 e 11/4.

Good luck!

C. Z.

(Credits: Getty Images)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: